Vitalità nei centri città dopo il coronavirus



Menu lingue

(Nuova) vitalità nei centri città Vitalità nei centri città dopo il coronavirus

Pubblicato il 23.03.2020 da Boris Hedde, Direttore IFH KÖLN

È tutto nelle mani dei visitatori locali! Qual è la loro opinione? A quali conseguenti considerazioni occorre dar seguito per infondere nuova vitalità ai centri cittadini dopo la crisi?

A causa dell’emergenza coronavirus, i centri delle città e dei paesi sono in letargo forzato. C’è molta preoccupazione per le conseguenze economiche. È pertanto fondamentale pianificare sin d’ora il risveglio. Come fare emerge dallo studio «Vitale Innenstädte 2020» («Vitalità nei centri città»), nell’ambito del quale tra settembre e ottobre 2020 sono stati intervistati quasi 58’000 passanti nei centri di città tedesche.

Le considerazioni a cui dar seguito per infondere nuova vitalità ai centri città dopo il lockdown riguardano

  1. la presenza di visitatori abituali che continuano a frequentare i centri città;
  2. il commercio al dettaglio come riferimento locale;
  3. la ricerca dell’esperienza locale;
  4. il grado di maturità digitale delle attività commerciali;
  5. lo sfruttamento della presenza di comunità locali e
  6. l’adozione di concezioni globali delle città.

1. Visitatori

Dalle rilevazioni effettuate è emerso un tendenziale invecchiamento dei visitatori nei centri città. Inoltre, circa un quinto degli intervistati afferma di recarsi meno spesso in centro perché preferisce lo shopping online.

2. Commercio al dettaglio

Contrariamente alle opinioni di molti esperti, sebbene le visite legate alla ristorazione, al tempo libero e alla cultura siano in aumento, il commercio al dettaglio rimane il primo motivo di affluenza nelle città. Occorre continuare a sottolineare la sua importanza, perché il commercio al dettaglio tradizionale dimostra di essere ancora rilevante per l’attrattiva globale.

3. Valore dell’esperienza vissuta

Il valore dell’esperienza vissuta è un elemento di particolare importanza. Secondo i risultati dell’analisi, ha un forte impatto sull’attrattiva generale dei centri città. Tuttavia, a livello di soddisfazione il valore dell’esperienza vissuta nei centri urbani risulta basso nel confronto e a livello nazionale.

4. Maturità digitale

Un altro aspetto su cui lavorare secondo i visitatori è la digitalizzazione. Solo la metà degli intervistati considera che le città siano sulla buona via in questo senso. La giusta strategia può fare leva sul Visitor Journey dei vari gruppi di visitatori che frequentano i centro città.

5. Community

In quanto «community» con aspettative e desideri diversi, i vari gruppi di visitatori rivelano approcci per infondere rapidamente nuova vitalità nei centri città. Bisogna creare un legame tra le occasioni e i motivi delle visite, per cui è necessaria una maggiore cooperazione locale tra attori commerciali e non commerciali.

6. Concezione globale delle città

Dalle informazioni fornite dagli intervistati emerge fondamentalmente la necessità di nuovi modi sistematizzati di concepire la città. Non si tratta solo di ottimizzare la struttura dell’offerta a seconda dell’assortimento. Piuttosto occorre prendere in considerazione anche i soft factor, come la ricerca di luoghi in cui sentirsi bene e incontrare persone.

Esaminando i risultati in modo dettagliato, è possibile identificare una serie di approcci concreti che consentono di agire rapidamente. Allo stesso tempo, però, bisogna tenere a mente che la soluzione giusta non è agire con impulsività, ma sviluppare in modo sistematico una nuova esperienza della città che abbia un impatto duraturo e sia basata sulle aspettative dei visitatori locali.

Conclusione: la crisi deve essere il punto di partenza per un «vero» nuovo inizio.

Condividi su

Boris Hedde, direttore IFH KÖLN

Boris Hedde è direttore di IFH KÖLN dalla fine del 2009. Il suo lavoro si concentra sull’analisi del mercato e dei clienti basata su ricerche, nonché sulla consulenza per tematiche legate al commercio al dettaglio nell’era digitale e al cambiamento strutturale (comunale). Tra le altre cose, Boris Hedde ha fondato VITAIL, un forum di competenze per il commercio, ed è coinvolto in varie iniziative legate ai temi dei centri città e del commercio.

((commentsAmount)) Commenti

Si è verificato un errore durante la richiesta.
  • (( comment.firstname )) (( comment.lastname )) (( comment.published )) (( comment.content ))

Contattateci

Avete domande per i nostri esperti o avete bisogno di una consulenza? Siamo a vostra disposizione!

Vi preghiamo di contattarci